HERITAGE

Heritage

Bebo Ferra e Salvatore Maiore

Due musicisti nati artisticamente insieme negli anni Ottanta, che oggi si rincontrano per un progetto corale ispirato all’amicizia e alle comuni origini. È la loro amata isola, infatti, ad accogliere questo progetto teso tra tradizione e innovazione; e proprio da lì ripartono, con la loro indagine artistica comune, il chitarrista Bebo Ferra e il violoncellista Salvatore Maiore. 

Heritage affonda le sue radici nella musica popolare della Sardegna, ma guarda oltre e si nutre della grandezza della contemporaneità scandagliando, tra brani originali e tradizionali, l’immensità culturale del Mediterraneo; con lo sguardo diretto verso l’orizzonte, e quindi il futuro, ma con l’idea precisa di ricerca e salvaguardia del patrimonio storico e antropologico, che colloca le isole del Mare Nostrum nel più ampio continente musicale – e non solo.

BEBO FERRA

Chitarrista e Compositore

 

Bebo Ferra è un artista sardo d’origine e milanese di adozione.
Da anni si è affermato come uno dei più importanti chitarristi di jazz italiano e la sua lunga militanza nei Devil Quartet di Paolo Fresu l’ha posto definitivamente anche all’attenzione del pubblico internazionale. Ha suonato, registrato e collaborato con tanti altri esponenti di spicco del jazz italiano e internazionale tra i quali: Alex Foster, John Clark, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi , Steve Grossmann, Maria Pia de Vito, Jim Black, Billy Cobham, Peter Bernstein, Joe Lovano, Dedè Ceccarelli, Rita Marcotulli, Franco Ambrosetti, Franco D’Andrea, Mark Nigthingale,
George Robert, Emmanuel Bex, Carol Welsman, Danilo Rea, Eddie Martinez, Dado Moroni, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis, Roberto Gatto, Flavio Boltro, Paul Mc Candless, Jaribu Shaid, Paolo Damiani, Gianluigi Trovesi, Pietro Tonolo, John Stowell etc.
Ha inciso più di cento dischi, di cui più di venti come leader e co-leader. Numerosi i Paesi in cui si è esibito, oltre all’Italia: USA, Francia, Germania, Australia, Colombia, Yemen, Portorico, Lituania, Israele, Austria, Marocco, Ungheria, Croazia, Polonia, Argentina, Uruguay, Spagna, Libano, Danimarca, Svizzera, Oman, Kuwait, Olanda, Belgio, Nuova Caledonia, Qatar, Macedonia, Bahrein, Norvegia, Svezia, Thailandia, Cina, Colombia.
La sua attività, oltre a quella concertistica nell’ambito Jazz, si sviluppa anche con la composizione di musiche da film (premio per la migliore colonna sonora al Sulmona Film Festival 2011 per il film “Tutto bene” di Daniele Maggioni. Premio per la miglior colonna sonora per il film “Il Mio Domani” di Marina Spada al Busto Arsizio Film Festival 2012). Quest’anno ha scritto le musiche su un film sulla vita di Grazia Deledda dal titolo “L’amore e le gloria” che sta per uscire su tutti gli schermi. 

Nel 1997 ha modo di registrare come solista con l’Orchestra Della Scala di Milano, musiche di scena scritte e dirette dal maestro Carlo Boccadoro, per il balletto Games.
Ha collaborato con molti esponenti di spicco del teatro italiano in progetti multimediali e discografici, quali Arnoldo Foà, Lella Costa, Angela Finocchiaro, Ivano Marescotti, Claudio Bisio e alcuni esponenti della musica pop quali Ornella Vanoni, Sergio Cammariere e Antonella Ruggero.

Come chitarrista vanta alcuni riconoscimenti: il primo premio nel jazz Contest 91 indetto dal Corriere della Sera, con il gruppo Sardinia Quartet, il primo premio come miglior chitarrista acustico dell’anno 2011 nel referendum indetto dalla rivista InSound, oltre diverse nominations sia come chitarrista acustico che elettrico, sempre per la rivista InSound negli anni 2007, 2008, 2009 e 2010. La nomination per gli Italian jazz Awards come Best Jazz Act nel 2009.
Ha tenuto seminari e masterclasses in tutta l’Italia e in altri paesi come Austria, Argentina, Colombia, Francia, Germania, Uruguay, Spagna. E’ Capo Dipartimento della sezione jazz del Conservatorio di Como dove è titolare della cattedra di chitarra jazz.

SALVATORE MAIORE

Violoncello

Dopo aver compiuto gli studi classici, diplomandosi in contrabbasso al Conservatorio di Cagliari nel 1990 con il Maestro Rinaldo Asuni, inizia lo studio del violoncello come autodidatta e dal 97’ lo alterna al contrabbasso nella sua attività concertistica e discografica. E’ pubblicato con diverse formazioni in veste di leader e compositore e diverse sue composizioni sono contenute in album di suoi collaboratori. Tra le collaborazioni più importanti e durature sono da segnalare quelle con il Trio di Glauco Venier, il Gramelot Ensemble di Simone Guiducci, il clarinettista Gabriele Mirabassi, con il quale ha registrato per l’etichetta EGEA il disco “Canto di Ebano” (vincitore del Top Jazz come miglior disco dell’anno 2008), il chitarrista Peo Alfonsi (duo, trio e quartetto) e il pianista Stefano Battaglia con il quale ha registrato quattro lavori discografici, tutti per la casa discografica tedesca ECM. 

In quarant’anni di attività ha avuto svariate esperienze concertistiche e discografiche con musicisti italiani e stranieri tra cui Lee Konitz, Nguyèn Le, Billy Cobham, Franco Cerri, Enrico Intra, Franco D’Andrea, Bebo Ferra L. Butch Morris, Bruno Tommaso, Jack Walrath, Joseph Jarman, Roberto Taufic, Jaques Pellen, Joxan Goykoetxea, Balen Lopez De Munain, Francesco Sotgiu, Steve Grossman, Cedar Walton, Antonio Farò, Arrigo Cappelletti, Olivier Manoury, Eliot Zigmund, Gianluigi Trovesi, Luca Flores, Claudio Fasoli, Beppe Caruso, Paolo Birro, Cheryl Porter, Nicola Stilo, Enrico Rava, David Liebman, Alfred Kramer, Roberto Rossi, Francesco Bearzatti, Francesco Bigoni, Daniele Di Bonaventura, Ilaria Patassini, Stefania Tallini, Oscar Del Barba, Roberto Dani, Tommy Campbell, Jacques Pellen, Pietro Tonolo, Zeno De Rossi, Enzo Carpentieri, Oliver Lake, Slatko Kaucic, U.T. Ghandi, Marcello Allulli, David Boato, Ralph Alessi, Enrico Pieranunzi, Chris Speed, David Liebman, Giovanni Ceccarelli, Gavino Murgia, Mauro Ottolini, Pietro Iodice, Sandro Satta, Noa, Ferenc Snetberger, Fulvio Sigurtà, Florin Nicolescu, Gianni Coscia, J Kyle Gregory, Erik Friedlander, Tino Tracanna, Emanuele Cisi, Flavio Boltro, Robert Bonisolo, Don Byron, Michele Calgaro, Saverio Tasca, Roberto Ottaviano, Sandro Gibellini, Staffan Mossenmark, Akira Tana, Luciano Biondini, Gil Goldstein, Enzo Favata, Trilok Gurtu, Al Di Meola, Pietro Tonolo, Luigi Bonafede, Mauro Beggio, Giancarlo Bianchetti, Nicola Angelucci. 

Ha partecipato a più di 60 pubblicazioni discografiche e ha suonato nei maggiori festival di jazz internazionali.