Sharkélia

Sharkélia

Pierpaolo Vacca – Michele Piccione

Viaggio musicale che parte dalle Isole per incontrare i ritmi e le suggestioni del mediterraneo.

Pierpaolo Vacca

Fisarmonica

 

Nato a Ovodda in provincia di Nuoro, allievo del maestro Peppino Deiana, debutta giovanissimo nelle piazze dell’isola, accompagnando balli in piazza, gruppi folk e processioni nelle kermesse folkloristiche più importanti dell’isola e non solo.
Dopo le prime esperienze nelle formazioni locali di folk-rock, condivide il palco in varie occasioni con i Modena city Ramblers nei loro concerti in Sardegna.
Dal 2014, insieme al chitarrista e cantante Giuseppe Muggianu, porta avanti il progetto “In giro per canzoni”,
spettacolo dedicato ai cantautori italiani. Dal 2018 presenta uno spettacolo in solo, progetto in cui la
musica tradizionale sarda viene rivisitata con uno stile personale caratterizzato dall’ uso di effettistica elettronica e lopper. Grazie alla collaborazione con l’associazione Cherimus, dopo una breve permanenza a Dakar, nasce
la formazione e la registrazione dell’album del gruppo Sardo-Senegalese “Gegò Yegó”, progetto che miscela la tradizione della Sardegna alle musiche e ai ritmi della tradizione Senegalese.
Si è messo in luce nella scena nazionale nel triennio 2021-23 partecipando a Tango Macondo, spettacolo teatrale con la regia di Giorgio Gallione e portato in scena dal Teatro Stabile di Bolzano, condividendo il palco con Paolo Fresu, e Daniele di Bonaventura per oltre 60 repliche.
Da questa pièce è nato anche un fortunato progetto discografico impreziosito dalle voci di Malika Ayane, Tosca ed Elisa. Quest’ultima ha voluto proprio Pierpaolo insieme a Paolo e Daniele in occasione dell’ultima data
del suo tour “An Intimate Night” che si è tenuta lo scorso anno al Teatro Arcimboldi di Milano e trasmessa in prima serata su Rai 2.
Dal 2022 collabora con l’attore Paolo Floris negli spettacoli, “Storia di un uomo magro” e “Gramsci spiegato a mia figlia”, di cui ne cura la parte musicale assieme al chitarrista e cantante Luca Cadeddu Palmas.
Nel 2023 un’altra produzione originale lo vede coinvolto nel progetto Org-net prodotto da “Insulae Lab”, centro di produzione musicale di Berchidda. Collabora occasionalmente con il coreografo Virgilio Sieni. Il suo primo album da solista, “Travessu” è uscito a Gennaio 2024 per la Tuk Music, riscuotendo un buon successo e accogliendo come ospiti, Dino Rubino, Nanni Gaias, Fabio Calzia, Dj Cris e Pape Ndiaye.

Michele Piccione

 

Nasce a Palermo il 02 febbraio 1982. L’incontro con la musica, che da quel momento diverrà parte integrante della propria vita, avviene all’età di sei anni quando inizia a studiare chitarra classica. Nel 2005 si laurea in Beni
Demoetnoantropologici presso l’Università degli studi di Palermo e qui scopre l’altra grande passione della propria vita ossia la ricerca e lo studio dei popoli attraverso i loro prodotti culturali, di cui la musica e gli strumenti musicali ne sono fra i massimi rappresentanti. Parallelamente allo studio teorico dell’Etnomusicologia inizia quindi lo studio pratico di svariati strumenti musicali appartenenti a diverse culture del nostro pianeta, quali ad esempio: Tamburi a Cornice italiani (di cui ne è didatta), Darbuka egiziana, Tombak persiano, Cajon, Didjeridoo (Australia), Zampogne italiane, Flauti di canna, Flauti armonici, Tin Whistle, Gaita Gallega (Galizia-Spagna), Cornamusa Scozzese, Duduk Armeno, Hulusi (Cina), Ghironda (Europa), Lira Calabrese, Chitarra Battente (Sud Italia), Marranzani (varie parti del Mondo).
L’ampia varietà di strumenti etnici suonati, lo porta ad avere collaborazioni con illustri nomi del panorama cinematografico, musicale e teatrale, nazionale ed internazionale quali ad esempio con Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore in occasione del film “Baaria”, con Marco Bellocchio in occasione del film “Il Traditore”, nei quali partecipa come strumentista alle colonne sonore e compare come musicista/attore in alcune scene. Tra le varie collaborazioni musicali e teatrali possiamo ricordare, Eugenio Bennato, Mario Incudine, Alfio Antico, Ambrogio Sparagna, Stefano “Cisco” Bellotti, Zohra Lajnef, Pierre Vaiana, Salvatore Bonafede, Carlo Rizzo, Lucina Lanzara, Gioele Dix, Salvo Piparo, Ludovico Caldarera.
Nel 2007 fonda il progetto di world music LassatilAbballari, incentrato sugli strumenti musicali e le danze tradizionali europee, con il quale incide il disco “Suoni delle Danze del Sud” e compie svariati tour in giro per il mondo: USA, Germania, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, Polonia, Portogallo, Austria, Svizzera.
Nel 2011 dirige il documentario etnomusicologico “Sulle Orme dei Suoni – Gli strumenti musicali tradizionali in Sicilia oggi”, prodotto ed edito da Associazione S.A.C. e finanziato da Sicilia Film Comission – Mibac.
È tra i soci fondatori dell’associazione “Arci Tavola Tonda” di Palermo, che da anni si occupa del recupero e della promozione delle culture musicali e coreutiche euromediterranee. Qui insegna Tamburi a cornice del meridione d’Italia all’interno della scuola popolare di musica e danze tradizionali, suona nella “Tavola Tonda Orchestra” con la quale si esibisce in diversi Festival di Balfolk nazionali ed internzionali, e fa parte dello Staff di programmazione artistica di concerti, rassegne e festival realizzati dall’associazione.